Contenuto principale

La trasparenza amministrativa consiste, nella sua accezione più ampia, nell’assicurare la massima circolazione possibile delle informazioni, sia all’interno del sistema amministrativo, che fra quest'ultimo e il mondo esterno.

“La trasparenza è intesa come accessibilità totale, anche attraverso lo strumento della pubblicazione sui siti istituzionali delle amministrazioni pubbliche, delle informazioni concernenti ogni aspetto dell’organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all’utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dell’attività di misurazione e valutazione svolta dagli organi competenti, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo del rispetto dei principi di buon andamento e imparzialità. Essa costituisce livello essenziale delle prestazioni erogate dalle amministrazioni pubbliche.”

La Direttiva del Ministro per la Pubblica Amministrazione n. 8/2009 ha evidenziato l’importanza di fissare i criteri di riconoscibilità, di aggiornamento, di usabilità e accessibilità, individuando con “.gov.it” il dominio che riconosce i siti e i portali delle pubbliche amministrazioni.

Il principio della trasparenza, inteso come “accessibilità totale” alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle Amministrazioni pubbliche, è stato affermato con il D. Lgs.33/2013.

Obiettivo della norma è quello di favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull'operato delle Istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche. La pubblicazione dei dati in possesso delle Amministrazioni pubbliche intende incentivare la partecipazione dei cittadini per i seguenti scopi:

1.     assicurare la conoscenza dei servizi resi, le caratteristiche quantitative e qualitative, nonché le modalità di erogazione

2.     prevenire fenomeni di corruzione e promuovere l’integrità

3.     sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance per consentirne il miglioramento

 

Il responsabile della trasparenza è il Dirigente scolastico.

Il riutilizzo dei dati di cui è prevista la libera fruizione, recentemente ribadita dal D. Lgs. 33/2013, è possibile solo ai sensi del D.Lgs.196/2003 - "Codice in materia di protezione dei dati personali": nei casi in cui il riutilizzo di tali dati fosse necessario, si deve chiedere il consenso all'interessato per la loro ripubblicazione.
I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici - Direttiva comunitaria 2003/98/CE e D. Lgs. 36/2006 di recepimento - in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.

 

Sottosezioni:

1 - Disposizioni generali

2 - Organizzazione 

3 - Consulenti e collaboratori

4 - Personale

5 - Bandi di Concorso

6- Performance

 

7- Enti controllati

 

8- Attività e procedimenti

 

9 - Provvedimenti

10 - Bandi di gara e contratti

11 - Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici

12 - Bilanci

13 - Beni immobili e gestione patrimonio

14 - Controlli e rilievi sull'amministrazione

15 - Servizi erogati

16 - Pagamenti dell’Amministrazione

17 - Opere pubbliche

18 - Pianificazione e governo del territorio

19 - Informazioni ambientali

20 - Strutture sanitarie private accreditate

21 - Interventi straordinari e di emergenza

22 - Altri contenuti